• IscrizioneIscrizione
  • GadgetGadget
  • ContattiContatti
  • Cellulari e RSS FeedCellulari e RSS Feed
spacer

1,15 miliardi di euro buttati via...

Le Regioni non presentano i progetti di spesa e a Dicembre Bruxelles ritira i fondi.

Una cifra che solo a leggerla crea imbarazzo: un miliardo e 151 milioni di euro. Tradotta in vecchie lire fa oltre 2mila e 200 miliardi. Equivale a oltre il 5 per cento della manovra Finanziaria varata dal Governo. Ebbene, le Regioni del Sud rischiano, anzi, hanno praticamente già perso, un miliardo e 151 milioni di euro che entro fine anno torneranno nelle casse dell’Unione Europea perché non spesi. La fonte e la denuncia sono autorevolissime, la cifra e la gravità della situazione sono state rese note da Michel Barnier, che è il commissario europeo per le politiche regionali. La cifra, che è frutto di una elaborazione ufficiale, è la somma di varie linee di finanziamento dell’Unione Europea previste per le Regioni comprese nel famoso “Obiettivo 1”, di fatto tutto il Meridione italiano, fatta eccezione per l’Abruzzo. Se poi decidiamo di ragionare per tutta l’estensione del programma dal 2000 al 2006, la cifra cresce ancor più e si aggira sui centomila miliardi di vecchie lire. Nel dettaglio si tratta di risorse che dovevano essere spese per la scuola, lo sviluppo imprenditoriale, la ricerca scientifica, la sicurezza, i trasporti, la pesca, l’agricoltura, la formazione professionale. Materie nelle quali il Mezzogiorno d’Italia lamenta una carenza atavica e sulle quali si continua a batter cassa…Di questa massa finanziaria, che si potrebbe concretizzare in interventi risolutivi in molti settori, solo una minima quota viene impegnata e una parte ancor più ridotta viene realmente spesa. La Campania di Bassolino è il fanalino di coda. L’ex sindaco di Napoli potrebbe disporre di 18.750 miliardi di vecchie lire da spendere per tutto il programma 2000/2006; di questi 600 (Miliardi), sarebbero da spendere entro il 31 Dicembre ’02. Il condizionale è superfluo perché anche se la Campania domani si svegliasse con un’insolita efficienza sarebbe troppo tardi. E, comunque, altri miliardi già sono volati via negli anni precedenti. Alcuni dettagli sono davvero imbarazzanti, per chi, come Bassolino, ha attaccato la Finanziaria del governo dicendo che fa “poco per il Sud”. Nel caso del Fse (Fondo sociale europeo), quello destinato a interventi in campo sociale, la cifra effettivamente spesa ammonta allo 0,02 per cento di quanto disponibile. Pochi spiccioli sui 902 milioni di euro che sono a disposizione. Sul Fesr (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale), la parte di finanziamenti destinate alle infrastrutture, da sempre nota dolente per il Sud, la Campania spende solo il 5,55 per cento, la Sicilia peggio ancora con uno 0,98 per cento. Il Feoga, invece, è il fondo che si occupa di agricoltura: anche qui la Caporetto è completa perché la Campania spende lo 0,96 per cento, la Puglia lo 0,43 per cento e la Sicilia, che delle sue coltivazioni potrebbe fare una ricchezza, è ferma ad un’insignificante 0,05 per cento. Stesso discorso quando si parla di fondi per la pesca.. Ci interrompiamo nel dettaglio di questo scandalo nazionale che vede coinvolti arroganti ed incapaci politici di vari colori per inviare un’accorato appello a tutti le persone che ci leggono e che vogliano e possano impegnarsi con noi per creare una struttura professionale in grado di intervenire e di supportare le Regioni che non ne hanno la capacità e/o la voglia di occuparsene. Per accrescere ulteriormente la rabbia di chi ci legge, ricordo nuovamente che il 31 Dicembre ’02, 1 miliardo e 151 milioni di euro torneranno a Bruxelles, tra le risate ironiche e le ironie degli euroburocrati. Ricordo infine che nel Nord Europa e in Spagna si fanno programmazioni calcolando anche i soldi del Meridione italiano, che si sanno destinati a tornare indietro… Non si esagera nel dire che questa vergogna è una sconfitta per il Mezzogiorno e per l’Italia intera. Invito tutti i giovani del meridione ad attivarsi, a protestare, a recarsi nella sede dei rispettivi Consigli Regionali e chiedere spiegazioni e a pretendere soluzioni; in ballo ci sono anche migliaia di possibili posti di lavoro che chiedono giustizia.

I DATI DELLA VERGOGNA, OVVERO LE RISORSE PERSE…(Dati in milioni di euro)

Basilicata
Su 1.614,449 disponibili, speso il 5,82%

Calabria
Su 5.302,864 disponibili, speso il 3,67%

Campania
Su 9.247,485 disponibili, speso il 4,34%

Molise
Su 618,599 disponibili, speso il 5,07%

Puglia
Su 6.695,377 disponibili, speso il 4,48%

Sardegna
Su 4.671,113 disponibili, speso il 6,09%

Sicilia
Su 10.279,240 disponibili,speso lo 0,80%

Riassumendo, su un totale di 18.429,87 milioni di euro disponibili è stato usato il 3,61%.Se a questi si aggiungono
12.783,724 milioni di euro che sarebbero destinati a:
SVILUPPO PER LA SCUOLA – PESCA – ASSISTENZA TECNICA- SVILUPPO IMPRENDITORIALE – RICERCA SCIENTIFICA – SICUREZZA –TRASPORTI, usati per il 7,08%, il disastro è completo. Non sappiamo cosa il ministro Buttiglione intenda fare per porre fine a questa vergogna ed insulto al buon senso,posso solo garantire ai nostri visitatori e/o iscritti a questo fans club che inizieremo una lunga e dura battaglia in tutte le sedi opportune. Noi non guarderemo allo schieramento politico ma solo ai risultati. Migliaia di giovani potrebbero trovare vera occupazione e invece per un ignobile ed ingiustificato lassismo ed inerzia burocratica trascorrono il loro tempo nella ricerca di una valida
occupazione che non trovano ma che potrebbero trovare. In Sicilia, a fronte di uno stanziamento di circa 10 miliardi di euro (20.000 miliardi di vecchie lire), il governatore Cuffaro ne ha utilizzati solamente lo 0,8 per cento. Grandi sprechi anche in Campania, dove il presidente regionale ed ex ministro del Lavoro, Antonio Bassolino, ha utilizzato solo il 4,34% delle risorse a disposizione (9.247 milioni di euro dell’Unione Europea). La più virtuosa (?) è stata la Sardegna, che dei 4.671 milioni a disposizione ne ha spesi il 6,09%…..

Per il momento è tutto, invito le persone che si sono indignate leggendo questi pochi dati a scrivere le loro impressioni, commenti e suggerimenti a info@sbfc.it. o usare la rubrica "Muro parlante".

Grazie per l’attenzione.

Vittorio Baroffio


spacer