• IscrizioneIscrizione
  • GadgetGadget
  • ContattiContatti
  • Cellulari e RSS FeedCellulari e RSS Feed
spacer

Islamo-nazisti e rossi fanatici

La complicità fra le Giuliana Sgrena di questo mondo e i terroristi islamici, come quella delle vispe Terese (le due Simone), ricorda la complicità fra la Russia comunista e la Germania nazista nel 1939. Gli americani sono “i peggiori nemici dell’umanità”, come la Sgrena da buona compagna disse prima della sua cattura. D’altra parte i terroristi, che l’hanno ridotta al collasso fisico e nervoso durante la sua prigionia, sono “brave persone”, come disse al mondo dopo il suo rilascio.


A prima vista, oggi la complicità fra la sinistra e l’islam fanatico puo’ sembrare incredibile come quella fra i comunisti e i nazisti al tempo del patto Ribbentrop-Molotov. La sinistra, ad esempio, sostiene fra le altre cose la causa delle donne, degli omosessuali e degli animali. Molto islam, d’altronde, pensa che le donne adultere dovrebbero essere lapidate, gli omosessuali dovrebbero essere gettati dall’alto di scogliere, e che l’unico modo per uccidere una pecora sia sgozzarla.


E diversamente dai compagni (quelli Doc almeno) gli jihaidisti e i tagliateste credono, orrore degli orrori, in Dio. Quindi, essi sostengono che è Lui a dar loro gli ordini assassini. La cosa buffa è che secondo il mondo islamico, l’Occidente è moralmente decadente, ma sappiamo a chi dare la colpa, no? Ma si’, alla sinistra! Of course, quello che unisce la Sinistra e l’islam fanatico è che essi condividono un nemico comune: il capitalismo, cioè il grande Satana, l’America. E lo slogan “il nemico del mio nemico è mio amico” è sufficiente per cementare l’alleanza. Cosi’ forte è questo odio condiviso che rende i compagni pronti a seppellire tali trascurabili questioni come la lapidazione delle donne e l’esistenza di Dio. Aveva ragione quindi Osama Bin Laden quando il 14 febbraio del 2003 disse in un videomessaggio: “Gli interessi dei musulmani e gli interessi dei socialisti coincidono con la guerra contro i crociati”.


Inoltre, il comune nemico era esattamente lo stesso: il capitalismo. I comunisti russi e i nazisti tedeschi avevano molto piu’ in comune l’un con l’altro di quanto ognuno di essi avesse in comune con i paesi capitalisti e democratici. L’omicidio di massa, ad esempio. Non dimentichiamo inoltre una cosa troppo spesso dimenticata: Mussolini , il mentore di Hitler, era un socialista rivoluzionario, che fondo’ il fascismo come movimento rivoluzionario alternativo a quello socialista – cioè non di destra ma di sinistra. Pensandoci, forse questa, e non il cinismo, è la vera spiegazione della strana alleanza fra Alternativa Sociale della nipote del Duce e la Sinistra nelle prossime elezioni regionali.


I compagni e gli islamo-nazisti hanno qualcos’altro in comune: l’antisemitismo (la sinistra chiama la sua versione di antisemitismo antisionismo). Derivato dalla visione subliminare dell’ebreo, da parte del compagno medio, come simbolo perfetto del nemico di classe: cioè il capitalista. Il povero vecchio ebreo. Che vita: nemico di razza per i nazisti, nemico di classe per i compagni, e nemico di religione per i tagliateste. Come noi sappiamo fin troppo bene, l’alleanza del 1939 fra i comunisti e i nazisti fini’ in sangue e lacrime. Anche l’equivalente moderno fra i compagni e gli islamo-nazisti finirà in sangue e lacrime, qualsiasi cosa cerchi di dirci Osama Bin Laden. La Sgrena prima della sua cattura diceva di sentirsi tranquilla, perchè “comunista” e perchè era dalla parte della “resistenza irachena”. Ma per i tagliateste, la Sgrena non è una compagna. E’ solamente una semplice infedele.


Nicholas Farrell

 

 


spacer